Come cucinare con il piano cottura a induzione

In un precedente articolo sui piani cottura, vi abbiamo fornito una breve guida all’acquisto delle tipologie attualmente sul mercato, indicando le differenze tra piano cottura a gas e piano cottura a induzione e mettendo in evidenza i vantaggi di scegliere un piano cottura a induzione che si caratterizza per un altissimo rendimento termico e un’efficienza energetica pari al doppio del piano a induzione tradizionale.


In questo approfondimento, vogliamo darvi qualche utile consiglio su come cucinare con il piano cottura a induzione.


< Scopri i piani cottura a induzione di Plados Telma! Clicca qui >


La prima sostanziale differenza tra piano cottura tradizionale e piano cottura a induzione è che il piano cottura a induzione si presenta come una superficie piatta; ne consegue che le pentole utilizzate per cucinare sono direttamente a contatto con la superficie della piastra elettrica che genera calore.


Il piano cottura a induzione trasmette il calore direttamente al cibo e non intorno alla pentola, senza dispersioni di calore, garantendo una riduzione importante dei tempi di cottura. Con un piano cottura a induzione, l’acqua per la pasta va in ebollizione in metà tempo rispetto al piano cottura tradizionale; quindi, se è vero che il piano cottura a induzione funziona con la corrente elettrica, è vero anche la riduzione dei tempi di cottura consente di ridurre anche il consumo di energia elettrica.


Un altro importante vantaggio della cucina con il piano cottura a induzione è l’omogeneità della cottura dei cibi, qualunque sia la tecnica di cottura, ad esempio friggere o grigliare, rosolare o mantecare, bollire o cuocere al vapore. Nel caso del piano cottura tradizionale, il calore è più intenso al centro e meno intenso ai lati, al contrario, con il piano cottura a induzione, il calore emesso è lo stesso e il cibo è sottoposto a una sorgente di calore costante sia al centro che ai lati.
Non c’è cottura che non si possa fare con il piano a induzione, l’unica condizione necessaria al suo utilizzo è disporre di pentole adeguate; sì all’acciaio, alla ghisa, all’acciaio inox e no alla ceramica, il rame o il vetro.

SICI 2024 – VALENCIA

Vi aspettiamo a Espacio Cocina – Sici - Valencia, il più importante appuntamento fieristico spagnolo dell’arredamento. STAND N3P4 – C15

SICAM 2024 – PORDENONE

Saremo lieti di accogliervi a Pordenone dal 15 al 18 Ottobre per mostrarvi le nostre proposte innovative in termini di colori, abbinamenti, tecnologie, creatività e sostenibilità ambientale.Ci trovate presso il PADIGLIONE 5 - STAND E11.

Qual è il miglior materiale per un lavello da cucina?

Così come non è possibile stabilire in modo univoco qual è la forma migliore per un lavello da cucina, non è possibile rispondere alla domanda qual è il miglior materiale per un lavello da cucina. La risposta, infatti, dipende dalle particolari necessità di chi lo acquista, dal budget di investimento, dallo stile che si vuole…

miglior materiale lavello cucina
it_ITItaliano