Crisi energetica: come avere la casa fresca senza condizionatore

La crisi energetica ha chiamato tutti ad un uso più responsabile degli elettrodomestici presenti in casa. Se già la sensibilità nei confronti dell’impatto ambientale delle nostre attività domestiche aveva cambiato le nostre abitudini nel segno di un impegno alla riduzione del consumo di risorse, l’aumento del prezzo dell’energia ha definitivamente fatto scattare un’inversione nell’uso di un elettrodomestico in particolare, il condizionatore.
Si può riuscire a mantenere la casa fresca in estate riducendo l’uso del condizionatore?

< Scopri l’ampia gamma di prodotti Plados Telma, scarica i nostri cataloghi! >

In questo articolo vi diamo qualche utile consiglio per mantenere la casa fresca e ridurre l’uso del condizionatore.
Innanzitutto, è buona pratica riuscire a far circolare il più possibile corrente, quindi, nelle prime ore del mattino e la sera, quando le temperature calano, aprite le finestre. Durante le ore di maggior irradiamento solare, invece, è buona prassi chiudere tapparelle e finestre, in modo da mantenere la temperatura interna costante. Dotarsi di tende da sole e tende da interni in colori chiari può servire a riflettere la luce e l’irraggiamento solare.
La presenza di piante all’interno degli spazi abitativi può inoltre migliorare la qualità dell’aria che respirate.
Un altro accorgimento per evitare che in casa la temperatura aumenti è limitare l’uso degli elettrodomestici: lavatrice e lavastoviglie producono calore durante il funzionamento, così come le lampadine ad incandescenza.
Per un riposo salutare estivo scegliete lenzuola in cotone o lino e abbigliamento negli stessi tessuti, favoriscono la traspirazione e dormirete meglio.

Lo stato di salute del pianeta , il cambiamento climatico, la crisi idrica, la crisi energetica, ci chiamano a un comportamento sempre più responsabile nei confronti delle risorse disponibili. La sostenibilità, insomma, diventa una necessaria filosofia di vita quotidiana per tutelare la nostra salute e quella dell’ambiente.
Anche le aziende sono chiamate ad allinearsi a questo comportamento e a impegnarsi per migliorare i propri processi produttivi e i propri prodotti allo scopo di dare vita a nuovi modelli di sviluppo che migliorino la vita delle persone senza danneggiare l’ambiente.
Plados Telma, fin dalla sua nascita, ha avuto la sostenibilità ambientale nel cuore e il nostro laboratorio di ricerca e sviluppo è impegnato costantemente in una innovazione green.

Perché scegliere un lavello antibatterico

Abbiamo già in un precedente approfondimento trattato il tema dell’inquinamento domestico ovvero della contaminazione dell’aria che respiriamo dentro casa e che contiene molte sostanze che la rendono poco salubre; abbiamo anche affrontato il tema di come rendere migliore la qualità dell’aria che respiriamo in cucina, consigliandovi l’uso di detersivi fai da te e indicandovi alcune…

Plados Telma e Gruppo Simonelli, insieme nel progetto Marlic

MARLIC è un progetto finanziato dalla Regione Marche nell’ambito del POR MARCHE. Il risultato della collaborazione tra Plados Telma e Gruppo Simonelli è una testimonianza concreta di come l’economia circolare possa fungere da volano per un’industria più innovativa e meno impattante sull’ambiente.

MARLIC è un progetto finanziato dalla Regione Marche nell’ambito del POR MARCHE e acronimo di Laboratorio di Ricerca Applicata nelle Marche per i Compositi Innovativi.

Cambiamento climatico e autunno anomalo

Dopo un’estate caratterizzata da siccità e temperature elevate, l’autunno ha confermato lo stesso trend. In Italia è stato l’autunno più caldo di sempre, con un aumento della temperatura media di quasi 1 grado e scarse precipitazioni, legate a fenomeni atmosferici violenti.La fonte dei dati, Coldiretti, ha delineato un quadro preoccupante confermando la riduzione delle piogge…

it_ITItaliano